Italians who applied for an LLM


karenina

24, Federico II, Napoli.

p.s. il prof. col quale ho discusso la tesi, sarebbe disposto a scrivermi una lettera di presentazione, secondo te può essermi utile?

A quanti anni Ti sei laureata e dove?

Sì, col voto di laurea ci sono (anche con i tempi che ho impiegato per conseguirla).

Grazie mille, sei sempre gentilissimo :)

24, Federico II, Napoli.

p.s. il prof. col quale ho discusso la tesi, sarebbe disposto a scrivermi una lettera di presentazione, secondo te può essermi utile?

<blockquote>A quanti anni Ti sei laureata e dove?

<blockquote>Sì, col voto di laurea ci sono (anche con i tempi che ho impiegato per conseguirla).

Grazie mille, sei sempre gentilissimo :)</blockquote></blockquote>
quote

Sì molto. :)


24, Federico II, Napoli.

p.s. il prof. col quale ho discusso la tesi, sarebbe disposto a scrivermi una lettera di presentazione, secondo te può essermi utile?

A quanti anni Ti sei laureata e dove?

Sì, col voto di laurea ci sono (anche con i tempi che ho impiegato per conseguirla).

Grazie mille, sei sempre gentilissimo :)

Sì molto. :)


<blockquote>24, Federico II, Napoli.

p.s. il prof. col quale ho discusso la tesi, sarebbe disposto a scrivermi una lettera di presentazione, secondo te può essermi utile?

<blockquote>A quanti anni Ti sei laureata e dove?

<blockquote>Sì, col voto di laurea ci sono (anche con i tempi che ho impiegato per conseguirla).

Grazie mille, sei sempre gentilissimo :)</blockquote></blockquote></blockquote>
quote
karenina

Grazie mille, così come stagista, sei come sempre gentilissimo e preziosissimo.

Mi hai risollevato un il morale (no che tu mi abbia assicurato che ce la farò eh, ma vedi il solo fatto di essermi confrontata con qualcuno mi fa stare meglio), grazie ancora.

:)

Grazie mille, così come stagista, sei come sempre gentilissimo e preziosissimo.

Mi hai risollevato un il morale (no che tu mi abbia assicurato che ce la farò eh, ma vedi il solo fatto di essermi confrontata con qualcuno mi fa stare meglio), grazie ancora.

:)
quote

Grazie Mille a tutti per i consigli :D
Comunque sono della Seconda Universita' Di Napoli
Ringrazio infinitamente sopratutto Stagista,per i due siti suggeritomi che sembrano molto interessanti.
Non ho ancora deciso ,come continuare,dovro' riflettere bene comunque ho 3 possibilita':
1)Inviare curriculum ai grandi studi di Milano e Roma
2)Provare ad entrare in qualche prestigiosa law school per un llm (in Uk o in Belgio/Luxemburg)
3)Mettermi alla ricerca di qualche internship presso una NGO in giro per il mondo.
Come avete ben capito,il mio problema di fondo e' che ho Le idee molto poco chiare :c ,cosa alquato frustante

Grazie Mille a tutti per i consigli :D
Comunque sono della Seconda Universita' Di Napoli
Ringrazio infinitamente sopratutto Stagista,per i due siti suggeritomi che sembrano molto interessanti.
Non ho ancora deciso ,come continuare,dovro' riflettere bene comunque ho 3 possibilita':
1)Inviare curriculum ai grandi studi di Milano e Roma
2)Provare ad entrare in qualche prestigiosa law school per un llm (in Uk o in Belgio/Luxemburg)
3)Mettermi alla ricerca di qualche internship presso una NGO in giro per il mondo.
Come avete ben capito,il mio problema di fondo e' che ho Le idee molto poco chiare :c ,cosa alquato frustante
quote
Marco89

Salve a tutti.
Vi seguo da ormai un annetto, ma visto che il traguardo si avvicina, finalmente mi sono deciso ad approfittare della vostra disponibilità per richiedervi consiglio.
Dunque, partiamo con le mie credenziali
Laurea in Giurisprudenza prevista per febbraio 2014, a 5 anni e 4 mesi ma con voto basso (95-100 previsto)
La mia tesi è sul diritto del lavoro, che poi è la materia che vorrei approfondire.
Esperienza lavorativa (ma non nel nostro ramo): Faccio supporto tecnico per una grossa compagnia di telecomunicazioni da 3 anni il prossimo mese (Cosa che ha abbattuto la mia media, scesa da 29.7 a 25.7 da quando ho iniziato a lavorare, per una scelta personale e il desiderio di chiudere la laurea in tempo, indipendentemente dal voto finale).
Conseguirò l'FCE Cambridge (Equivalente IELTS: 5.5 - 6) entro giugno dell'anno prossimo.
Ho la possibilità di intraprendere la pratica professionale vista la presenza di uno studio in famiglia, e contestualmente di mantenere il mio lavoro fino al superamento dell'esame di stato, ma sto valutando anche altre strade.
Presupponendo che vorrei rimanere in Europa (Visti i costi dei vari LLM USA), e specializzarmi in diritto del lavoro, per poi sfruttarlo in un'eventuale carriera aziendale, dove mi consigliate di fare domanda? E soprattutto pensate che il ramo del labour/employment sia consigliabile o valutereste strade alternative?

Salve a tutti.
Vi seguo da ormai un annetto, ma visto che il traguardo si avvicina, finalmente mi sono deciso ad approfittare della vostra disponibilità per richiedervi consiglio.
Dunque, partiamo con le mie credenziali
Laurea in Giurisprudenza prevista per febbraio 2014, a 5 anni e 4 mesi ma con voto basso (95-100 previsto)
La mia tesi è sul diritto del lavoro, che poi è la materia che vorrei approfondire.
Esperienza lavorativa (ma non nel nostro ramo): Faccio supporto tecnico per una grossa compagnia di telecomunicazioni da 3 anni il prossimo mese (Cosa che ha abbattuto la mia media, scesa da 29.7 a 25.7 da quando ho iniziato a lavorare, per una scelta personale e il desiderio di chiudere la laurea in tempo, indipendentemente dal voto finale).
Conseguirò l'FCE Cambridge (Equivalente IELTS: 5.5 - 6) entro giugno dell'anno prossimo.
Ho la possibilità di intraprendere la pratica professionale vista la presenza di uno studio in famiglia, e contestualmente di mantenere il mio lavoro fino al superamento dell'esame di stato, ma sto valutando anche altre strade.
Presupponendo che vorrei rimanere in Europa (Visti i costi dei vari LLM USA), e specializzarmi in diritto del lavoro, per poi sfruttarlo in un'eventuale carriera aziendale, dove mi consigliate di fare domanda? E soprattutto pensate che il ramo del labour/employment sia consigliabile o valutereste strade alternative?

quote
Jack13

mi è arrivato il punteggio del toefl oggi

27 25 22 25 per un totale di 99.
Ho notato che spesso chiedono 100 con almeno 25 in ogni section. La cosa buona è che 3 su 4 sono entro i parametri ma ovviamente quella brutta è che non raggiungo i 100 e nello speaking ho 22.

Allo stato attuale mi è pregiudicata ogni possibilità d'entrare in una top 10 americana per un LL.M.? Nonostante il mio resume, lettere di raccomandazione, etc credo siano validi.

Dovrei rifarlo il toefl per voi?

Potrei far presente che da novembre in poi trascorrerò tra i 3 e i 5 mesi a lavorare negli Stati Uniti? Questo ovviamente non potrebbe che giovare alla lingua.

mi è arrivato il punteggio del toefl oggi

27 25 22 25 per un totale di 99.
Ho notato che spesso chiedono 100 con almeno 25 in ogni section. La cosa buona è che 3 su 4 sono entro i parametri ma ovviamente quella brutta è che non raggiungo i 100 e nello speaking ho 22.

Allo stato attuale mi è pregiudicata ogni possibilità d'entrare in una top 10 americana per un LL.M.? Nonostante il mio resume, lettere di raccomandazione, etc credo siano validi.

Dovrei rifarlo il toefl per voi?

Potrei far presente che da novembre in poi trascorrerò tra i 3 e i 5 mesi a lavorare negli Stati Uniti? Questo ovviamente non potrebbe che giovare alla lingua.
quote

...Laurea in Giurisprudenza prevista per febbraio 2014, a 5 anni e 4 mesi ma con voto basso (95-100 previsto)


e un voto del 73 come lo giudichi? ipermegasuperbassisserrimo?

<blockquote>...Laurea in Giurisprudenza prevista per febbraio 2014, a 5 anni e 4 mesi ma con voto basso (95-100 previsto)</blockquote>

e un voto del 73 come lo giudichi? ipermegasuperbassisserrimo?
quote
Marco89

Salve a tutti.
Vi seguo da ormai un annetto, ma visto che il traguardo si avvicina, finalmente mi sono deciso ad approfittare della vostra disponibilità per richiedervi consiglio.
Dunque, partiamo con le mie credenziali
Laurea in Giurisprudenza prevista per febbraio 2014, a 5 anni e 4 mesi ma con voto basso (95-100 previsto)
La mia tesi è sul diritto del lavoro, che poi è la materia che vorrei approfondire.
Esperienza lavorativa (ma non nel nostro ramo): Faccio supporto tecnico per una grossa compagnia di telecomunicazioni da 3 anni il prossimo mese (Cosa che ha abbattuto la mia media, scesa da 29.7 a 25.7 da quando ho iniziato a lavorare, per una scelta personale e il desiderio di chiudere la laurea in tempo, indipendentemente dal voto finale).
Conseguirò l'FCE Cambridge (Equivalente IELTS: 5.5 - 6) entro giugno dell'anno prossimo.
Ho la possibilità di intraprendere la pratica professionale vista la presenza di uno studio in famiglia, e contestualmente di mantenere il mio lavoro fino al superamento dell'esame di stato, ma sto valutando anche altre strade.
Presupponendo che vorrei rimanere in Europa (Visti i costi dei vari LLM USA), e specializzarmi in diritto del lavoro, per poi sfruttarlo in un'eventuale carriera aziendale, dove mi consigliate di fare domanda? E soprattutto pensate che il ramo del labour/employment sia consigliabile o valutereste strade alternative?


e un voto del 73 come lo giudichi? ipermegasuperbassisserrimo?


Ciao California_dream e grazie della risposta.
Il mio voto è basso rispetto alla miriade di 110 letti in questo topic, oltrechè alla media del mio ateneo (Bari), che si aggira intorno al 108.. E inoltre, parlandoci in tutta franchezza, è più tendente al 95 che al 100 :)

<blockquote>Salve a tutti.
Vi seguo da ormai un annetto, ma visto che il traguardo si avvicina, finalmente mi sono deciso ad approfittare della vostra disponibilità per richiedervi consiglio.
Dunque, partiamo con le mie credenziali
Laurea in Giurisprudenza prevista per febbraio 2014, a 5 anni e 4 mesi ma con voto basso (95-100 previsto)
La mia tesi è sul diritto del lavoro, che poi è la materia che vorrei approfondire.
Esperienza lavorativa (ma non nel nostro ramo): Faccio supporto tecnico per una grossa compagnia di telecomunicazioni da 3 anni il prossimo mese (Cosa che ha abbattuto la mia media, scesa da 29.7 a 25.7 da quando ho iniziato a lavorare, per una scelta personale e il desiderio di chiudere la laurea in tempo, indipendentemente dal voto finale).
Conseguirò l'FCE Cambridge (Equivalente IELTS: 5.5 - 6) entro giugno dell'anno prossimo.
Ho la possibilità di intraprendere la pratica professionale vista la presenza di uno studio in famiglia, e contestualmente di mantenere il mio lavoro fino al superamento dell'esame di stato, ma sto valutando anche altre strade.
Presupponendo che vorrei rimanere in Europa (Visti i costi dei vari LLM USA), e specializzarmi in diritto del lavoro, per poi sfruttarlo in un'eventuale carriera aziendale, dove mi consigliate di fare domanda? E soprattutto pensate che il ramo del labour/employment sia consigliabile o valutereste strade alternative?
</blockquote>

<blockquote>e un voto del 73 come lo giudichi? ipermegasuperbassisserrimo?</blockquote>

Ciao California_dream e grazie della risposta.
Il mio voto è basso rispetto alla miriade di 110 letti in questo topic, oltrechè alla media del mio ateneo (Bari), che si aggira intorno al 108.. E inoltre, parlandoci in tutta franchezza, è più tendente al 95 che al 100 :)
quote
Jack13

108 di media a Bari? ma è una valutazione che fai a spanne o ci sono dati che lo confermano? è solo una mia curiosità, tutto qui..:)

108 di media a Bari? ma è una valutazione che fai a spanne o ci sono dati che lo confermano? è solo una mia curiosità, tutto qui..:)
quote
Marco89

108 di media a Bari? ma è una valutazione che fai a spanne o ci sono dati che lo confermano? è solo una mia curiosità, tutto qui..:)


http://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/framescheda.php?anno=2012&corstipo=LSE&ateneo=70002&facolta=431&gruppo=tutti&pa=70002&classe=tutti&corso=tutti&postcorso=0720107051400001&disaggregazione=tutti&LANG=it&CONFIG=profil

Media 105,6 l'anno scorso.. ma in generale da noi la prassi é voti molto alti presi in 6-8 anni

<blockquote>108 di media a Bari? ma è una valutazione che fai a spanne o ci sono dati che lo confermano? è solo una mia curiosità, tutto qui..:)</blockquote>

http://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/framescheda.php?anno=2012&corstipo=LSE&ateneo=70002&facolta=431&gruppo=tutti&pa=70002&classe=tutti&corso=tutti&postcorso=0720107051400001&disaggregazione=tutti&LANG=it&CONFIG=profil

Media 105,6 l'anno scorso.. ma in generale da noi la prassi é voti molto alti presi in 6-8 anni
quote
Jack13

Interessante questo sito. Non lo conoscevo!

Interessante questo sito. Non lo conoscevo!
quote
Stagista11

@Jack13 non rifare il toefl, salvo che non siano le universita' cui fai domanda a chiedertelo espressamente. molte scuole chiedono il 100, ma tale risultato e' comunque flessibile. Chicago e Columbia chiedono rispettivamente 104 e 105; in tal caso forse potrebbero chiederti di rifare il toefl, ma ti consiglio di non agire preventivamente.

@Marco89 quando leggo il tuo cv, mi chiedo onestamente a cosa possa servirti un LLM. Il diritto del lavoro in italia e' differente che altrove; in paesi come gli US, ad esempio, il diritto sindacale quasi non esiste, e comunque non attrae "competenze" straniere nel mercato interno. Ti suggerirei piuttosto un tirocinio all'ILO a Londra od in altro ufficio della medesima organizzazione. A livello accademico, potresti cercate eventuali certificate in UK od Europa: un investimento sicuramente piu' abbordabile di un LLM oltreoceano

@Jack13 non rifare il toefl, salvo che non siano le universita' cui fai domanda a chiedertelo espressamente. molte scuole chiedono il 100, ma tale risultato e' comunque flessibile. Chicago e Columbia chiedono rispettivamente 104 e 105; in tal caso forse potrebbero chiederti di rifare il toefl, ma ti consiglio di non agire preventivamente.

@Marco89 quando leggo il tuo cv, mi chiedo onestamente a cosa possa servirti un LLM. Il diritto del lavoro in italia e' differente che altrove; in paesi come gli US, ad esempio, il diritto sindacale quasi non esiste, e comunque non attrae "competenze" straniere nel mercato interno. Ti suggerirei piuttosto un tirocinio all'ILO a Londra od in altro ufficio della medesima organizzazione. A livello accademico, potresti cercate eventuali certificate in UK od Europa: un investimento sicuramente piu' abbordabile di un LLM oltreoceano
quote
Marco89

@Marco89 quando leggo il tuo cv, mi chiedo onestamente a cosa possa servirti un LLM. Il diritto del lavoro in italia e' differente che altrove; in paesi come gli US, ad esempio, il diritto sindacale quasi non esiste, e comunque non attrae "competenze" straniere nel mercato interno. Ti suggerirei piuttosto un tirocinio all'ILO a Londra od in altro ufficio della medesima organizzazione. A livello accademico, potresti cercate eventuali certificate in UK od Europa: un investimento sicuramente piu' abbordabile di un LLM oltreoceano


Ciao Stagista, e grazie della risposta.
Cosa intendi per "certificate"?
La mia idea era di prendere un LL.M. per acquisire competenze anche nel diritto del lavoro di un altro paese (o di quello europeo in generale) di modo da poter lavorare nel settore legal di qualche multinazionale.
In alternativa, vorrei prendere la strada del dottorato post-llm, ma non so se con il mio voto di laurea potrei riuscire..
Inoltre ho un'altra domanda.. dopo un eventuale tirocinio all'ILO a Londra, quali altre strade mi si aprirebbero?

<blockquote>@Marco89 quando leggo il tuo cv, mi chiedo onestamente a cosa possa servirti un LLM. Il diritto del lavoro in italia e' differente che altrove; in paesi come gli US, ad esempio, il diritto sindacale quasi non esiste, e comunque non attrae "competenze" straniere nel mercato interno. Ti suggerirei piuttosto un tirocinio all'ILO a Londra od in altro ufficio della medesima organizzazione. A livello accademico, potresti cercate eventuali certificate in UK od Europa: un investimento sicuramente piu' abbordabile di un LLM oltreoceano</blockquote>

Ciao Stagista, e grazie della risposta.
Cosa intendi per "certificate"?
La mia idea era di prendere un LL.M. per acquisire competenze anche nel diritto del lavoro di un altro paese (o di quello europeo in generale) di modo da poter lavorare nel settore legal di qualche multinazionale.
In alternativa, vorrei prendere la strada del dottorato post-llm, ma non so se con il mio voto di laurea potrei riuscire..
Inoltre ho un'altra domanda.. dopo un eventuale tirocinio all'ILO a Londra, quali altre strade mi si aprirebbero?
quote
Stagista11

un certificate e' quello che volgarmente noi italiani chiamiamo master: nessuna selezione all'entrata, nessun requisito accademico particolare: solo presenza ai corsi, compiti e voto finale. possono essere di durata piu' breve od uguale ad un LLM. Molte scuole inglesi offrono certificate indipendenti da un programma di master, mentre negli US un certificate e' normalmente un titolo endogeno al suddetto programma, che appunto 'certifica' una speciale attenzione per un cluster - ovvero un raggruppamento - di materie affini.

tanto premesso, il mio consiglio nasceva anche da una considerazione sull'entita' dell'investimento (un LLM in America, ad esempio) a fronte delle possibilita' di lavoro successive.

altre due considerazioni sono d'obbligo. innanzitutto, diritto del lavoro e' una materia che richiede una pratica professionale specifica. Non saprei, onestamente, se consigliarti di specializzarti fin da subito in una sola branca del diritto, men che meno in diritto del lavoro. In secondo luogo, mancando un diritto del lavoro europeo, il tuo studio sarebbe comunque comparatistico e non necessariamente internazionale. Un potenziale datore di lavoro dovrebbe avere interesse in un giovane giurista con competenza nel diritto italiano ed inglese (per esempio) del lavoro... temo non sia una figura professionale su cui valga la pena investire considerevole tempo e denaro...

l'ILO, in conclusione, sarebbe un eventuale esperienza professionale a basso costo e spendibile sul CV; saresti all'interno del circuito ONU, basato a Londra (e dunque senza bisogno di visto) e con la possibilita' di sviluppare buoni contatti

un certificate e' quello che volgarmente noi italiani chiamiamo master: nessuna selezione all'entrata, nessun requisito accademico particolare: solo presenza ai corsi, compiti e voto finale. possono essere di durata piu' breve od uguale ad un LLM. Molte scuole inglesi offrono certificate indipendenti da un programma di master, mentre negli US un certificate e' normalmente un titolo endogeno al suddetto programma, che appunto 'certifica' una speciale attenzione per un cluster - ovvero un raggruppamento - di materie affini.

tanto premesso, il mio consiglio nasceva anche da una considerazione sull'entita' dell'investimento (un LLM in America, ad esempio) a fronte delle possibilita' di lavoro successive.

altre due considerazioni sono d'obbligo. innanzitutto, diritto del lavoro e' una materia che richiede una pratica professionale specifica. Non saprei, onestamente, se consigliarti di specializzarti fin da subito in una sola branca del diritto, men che meno in diritto del lavoro. In secondo luogo, mancando un diritto del lavoro europeo, il tuo studio sarebbe comunque comparatistico e non necessariamente internazionale. Un potenziale datore di lavoro dovrebbe avere interesse in un giovane giurista con competenza nel diritto italiano ed inglese (per esempio) del lavoro... temo non sia una figura professionale su cui valga la pena investire considerevole tempo e denaro...

l'ILO, in conclusione, sarebbe un eventuale esperienza professionale a basso costo e spendibile sul CV; saresti all'interno del circuito ONU, basato a Londra (e dunque senza bisogno di visto) e con la possibilita' di sviluppare buoni contatti
quote
Jack13

Caro Stagista, mi rivolgo a te che sei sempre prodigo nel dispensare preziosi consigli a tutti.

In questi giorni sto affrontando le varie application previste da diverse law school americane che, come ben sai, in tante parti sono identiche.

Ho appreso che il personal statement è particolarmente importante. Avresti per caso qualche suggerimento da darmi? Cosa credi si aspettino le commissioni esaminatrici? A quanto pare può davvero risultare decisivo nella valutazione complessiva.

Caro Stagista, mi rivolgo a te che sei sempre prodigo nel dispensare preziosi consigli a tutti.

In questi giorni sto affrontando le varie application previste da diverse law school americane che, come ben sai, in tante parti sono identiche.

Ho appreso che il personal statement è particolarmente importante. Avresti per caso qualche suggerimento da darmi? Cosa credi si aspettino le commissioni esaminatrici? A quanto pare può davvero risultare decisivo nella valutazione complessiva.
quote
Stagista11

principalmente, nel personal statement devi scrivere come il tuo background accademico si sposi con le tue ambizioni lavorative future, e come un LLM possa essere strumentale al raggiungimento dei tuo obiettivi. la direttrice dovrebbe essere una coerenza tra cio' che hai fatto, cio' che vorresti fare e cio' che studierai nel master (in tal senso, puoi menzionare i corsi che vorresti frequentare, o con quali professori vorresti studiare/collaborare).

principalmente, nel personal statement devi scrivere come il tuo background accademico si sposi con le tue ambizioni lavorative future, e come un LLM possa essere strumentale al raggiungimento dei tuo obiettivi. la direttrice dovrebbe essere una coerenza tra cio' che hai fatto, cio' che vorresti fare e cio' che studierai nel master (in tal senso, puoi menzionare i corsi che vorresti frequentare, o con quali professori vorresti studiare/collaborare).
quote
Paulina86

Ciao ragazzi... anche io sono in questi giorni alle prese con le applications... che sbattimento per avere il transcript dalla mia università. Volevo fare qualche domanda a chi è nella mia situazione (o magari ne sa..).

1. come transcript della laurea (nel mio caso triennale e specialistica) va bene quello che chiamano diploma supplement?
Da me ci mettono tempi biblici per rilasciarlo ed io sono ancora in attesa.. in altre università te lo danno in giornata.. misteri.
Peraltro da me è obbligatorio per il rilascio apporre la marca da bollo, altrimenti non me lo danno... marca che è di fatto inutile perche i titoli servono in USA. Spenderò miliardi in marche da bollo.

2. Tutte le università americane cui farò application mi chiedono che i transcripts li mandi direttamente a loro la mia università.
Vi dico solo (NON SCHERZO PURTROPPO) che il manager didattico mi ha riso in faccia quando ho chiesto se ciò fosse possibile (a mie spese ovviamente). Voi come avete fatto? Devo chiedere in USA se con qualche speciale accorgimento posso mandar i documenti io stessa?

3. Vi iscriverete ad LSAC o simili per le applications oppure mandate tutto in hardcopy? su questo sono molto indecisa.

Coraggio ragazzi, che ce la faremo!!!

Ciao ragazzi... anche io sono in questi giorni alle prese con le applications... che sbattimento per avere il transcript dalla mia università. Volevo fare qualche domanda a chi è nella mia situazione (o magari ne sa..).

1. come transcript della laurea (nel mio caso triennale e specialistica) va bene quello che chiamano diploma supplement?
Da me ci mettono tempi biblici per rilasciarlo ed io sono ancora in attesa.. in altre università te lo danno in giornata.. misteri.
Peraltro da me è obbligatorio per il rilascio apporre la marca da bollo, altrimenti non me lo danno... marca che è di fatto inutile perche i titoli servono in USA. Spenderò miliardi in marche da bollo.

2. Tutte le università americane cui farò application mi chiedono che i transcripts li mandi direttamente a loro la mia università.
Vi dico solo (NON SCHERZO PURTROPPO) che il manager didattico mi ha riso in faccia quando ho chiesto se ciò fosse possibile (a mie spese ovviamente). Voi come avete fatto? Devo chiedere in USA se con qualche speciale accorgimento posso mandar i documenti io stessa?

3. Vi iscriverete ad LSAC o simili per le applications oppure mandate tutto in hardcopy? su questo sono molto indecisa.

Coraggio ragazzi, che ce la faremo!!!
quote

Ciao ragazzi... anche io sono in questi giorni alle prese con le applications... che sbattimento per avere il transcript dalla mia università. Volevo fare qualche domanda a chi è nella mia situazione (o magari ne sa..).

1. come transcript della laurea (nel mio caso triennale e specialistica) va bene quello che chiamano diploma supplement?
Da me ci mettono tempi biblici per rilasciarlo ed io sono ancora in attesa.. in altre università te lo danno in giornata.. misteri.
Peraltro da me è obbligatorio per il rilascio apporre la marca da bollo, altrimenti non me lo danno... marca che è di fatto inutile perche i titoli servono in USA. Spenderò miliardi in marche da bollo.

2. Tutte le università americane cui farò application mi chiedono che i transcripts li mandi direttamente a loro la mia università.
Vi dico solo (NON SCHERZO PURTROPPO) che il manager didattico mi ha riso in faccia quando ho chiesto se ciò fosse possibile (a mie spese ovviamente). Voi come avete fatto? Devo chiedere in USA se con qualche speciale accorgimento posso mandar i documenti io stessa?

3. Vi iscriverete ad LSAC o simili per le applications oppure mandate tutto in hardcopy? su questo sono molto indecisa.

Coraggio ragazzi, che ce la faremo!!!


Io sto facendo tutto tramite LSAC... Basta 1 sola copia (più la traduzione)... Poi ci pensano loro a mandare i documenti. L'unico svantaggio è anche qui che i documenti devono necessariamente essere inviati dall'università di provenienza.

La marca da bollo serve purtroppo a causa della normativa italiana sull'autocertificazione... Adesso si rilasciano solo certificati per uso tra privati che devono in ogni caso essere in bollo, mentre tutte le PPAA sono obbligate ad accettare l'autocertificazione... Purtroppo non si fa distinzione tra uso estero e "nazionale".

<blockquote>Ciao ragazzi... anche io sono in questi giorni alle prese con le applications... che sbattimento per avere il transcript dalla mia università. Volevo fare qualche domanda a chi è nella mia situazione (o magari ne sa..).

1. come transcript della laurea (nel mio caso triennale e specialistica) va bene quello che chiamano diploma supplement?
Da me ci mettono tempi biblici per rilasciarlo ed io sono ancora in attesa.. in altre università te lo danno in giornata.. misteri.
Peraltro da me è obbligatorio per il rilascio apporre la marca da bollo, altrimenti non me lo danno... marca che è di fatto inutile perche i titoli servono in USA. Spenderò miliardi in marche da bollo.

2. Tutte le università americane cui farò application mi chiedono che i transcripts li mandi direttamente a loro la mia università.
Vi dico solo (NON SCHERZO PURTROPPO) che il manager didattico mi ha riso in faccia quando ho chiesto se ciò fosse possibile (a mie spese ovviamente). Voi come avete fatto? Devo chiedere in USA se con qualche speciale accorgimento posso mandar i documenti io stessa?

3. Vi iscriverete ad LSAC o simili per le applications oppure mandate tutto in hardcopy? su questo sono molto indecisa.

Coraggio ragazzi, che ce la faremo!!!
</blockquote>

Io sto facendo tutto tramite LSAC... Basta 1 sola copia (più la traduzione)... Poi ci pensano loro a mandare i documenti. L'unico svantaggio è anche qui che i documenti devono necessariamente essere inviati dall'università di provenienza.

La marca da bollo serve purtroppo a causa della normativa italiana sull'autocertificazione... Adesso si rilasciano solo certificati per uso tra privati che devono in ogni caso essere in bollo, mentre tutte le PPAA sono obbligate ad accettare l'autocertificazione... Purtroppo non si fa distinzione tra uso estero e "nazionale".
quote
balrog

Qualcuno ha informazioni riguardo al nuovo LLM International Business Law program + INSEAD Certificate che si svolge tra Parigi e Singapore ?

Grazie

Qualcuno ha informazioni riguardo al nuovo LLM International Business Law program + INSEAD Certificate che si svolge tra Parigi e Singapore ?

Grazie
quote
Jack13

Quoto quello che ha detto Caulaincourt.
Anch'io credo valga la pena utilizzare il LSAC. In fin dei conti è comodo mandare un unico documento (lettere di raccomandazione o transcripts che siano) che poi verrà rigirato in più posti.

Mi fa piacere che altri siano nella mia condizione. Credo valga la pena confrontarci il più possibile per evitare stupidi errori. Per quanto mi riguarda sono alla prima application.

Quoto quello che ha detto Caulaincourt.
Anch'io credo valga la pena utilizzare il LSAC. In fin dei conti è comodo mandare un unico documento (lettere di raccomandazione o transcripts che siano) che poi verrà rigirato in più posti.

Mi fa piacere che altri siano nella mia condizione. Credo valga la pena confrontarci il più possibile per evitare stupidi errori. Per quanto mi riguarda sono alla prima application.
quote

Reply to Post

Related Law Schools

London, United Kingdom 727 Followers 906 Discussions
London, United Kingdom 737 Followers 904 Discussions
London, United Kingdom 543 Followers 888 Discussions
Vancouver, Canada 109 Followers 70 Discussions
Chicago, Illinois 491 Followers 499 Discussions
New York City, New York 2023 Followers 1566 Discussions
Bristol, United Kingdom 12 Followers 12 Discussions
New York City, New York 1383 Followers 1007 Discussions

Other Related Content

18 US Law Schools to Hold Virtual LL.M. Application Events

News Nov 16, 2020

LLM GUIDE Focus on Student Life: New York City

Article Jul 01, 2006

Living and studying in a city that never sleeps

Looking back on Fall in New York (a.k.a. the best time of year!)

Blog In NYU LL.M. 2020-2021 on Dec 02, 2020

Hot Discussions